2019

Edizione 2019 – L’Integrazione letta e promossa attraverso i diritti dell’Infanzia

L’edizione 2019 non poteva non considerare l’ anniversario della ‘Convenzione dei diritti dell’Infanzia’, a 30 anni dalla sua approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La stessa, che consta di ben 54 articoli, è stata ratificata dalla Svizzera il 24 febbraio 1997 ed è entrata in vigore il 26 marzo dello stesso anno.

La scuola e la società intera possono contribuire in maniera significativa a sostanziare i princìpi contenuti in questa importante Carta internazionale.

Il presupposto di fondo è che ogni essere umano avente un’età inferiore a diciott’anni possa godere di tutti i diritti enunciati nella Convenzione menzionata, “senza distinzione di sorta e a prescindere da ogni considerazione di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o altra del fanciullo o dei suoi genitori o rappresentanti legali, dalla loro origine nazionale, etnica o sociale, dalla loro situazione finanziaria, (…) dalla loro nascita o da ogni altra circostanza” (Art. 2).

Al di là delle ricorrenze e degli altisonanti proclami che solitamente vengono diffusi in queste circostanze, ci sembra opportuno riflettere concretamente sulle reali situazioni che coinvolgono bambini e adolescenti, partendo innanzitutto dal nostro contesto esistenziale e dalle nostre storie di vita, per poi andare alla scoperta del mondo che ci circonda e ci contiene.

Chinarsi sulla condizione dell’infanzia implica necessariamente prendere in considerazione l’intera gamma dei diritti e delle libertà attribuiti anche agli adulti: diritti civili, politici, sociali, economici, culturali.

Così, interrogarci su cosa significhi essere bambini e adolescenti nel mondo di oggi, confrontati per esempio con l’esperienza migratoria (con gli innumerevoli pericoli legati al viaggio attraverso il deserto, per mare o sulle rotte terrestri) costituirà una cartina di tornasole per misurarci con le nostre capacità di integrazione o per sondare il nostro grado di inclusione sociale al cospetto dell’Alterità. Una chiave, dunque, per leggere e praticare la partecipazione, in vista di promuovere una cittadinanza attiva e solidale.

L’idea dei nostri atelier sarà quella di produrre cortometraggi che sappiano raccontare frammenti di storie di vita filtrati e reinterpretati attraverso lenti creative.

 

Calendario 2019

                                                       

190920 Locandina evento SpazioDialogo

Filmati prodotti

Torna su