Atelier creativi

Nell’ambito del progetto Spazio Dialogo sono previsti degli Atelier creativi destinati a giovani provenienti da varie realtà scolastiche e socioculturali. Grazie all’impiego di metodi attivi e partecipativi, i giovani sono sollecitati a realizzare delle produzioni multimediali centrate sui temi dell’interculturalità e della convivenza.

L’approccio privilegiato è quello dell’educazione fra pari (“Peer education”) mediante il quale un team di giovani (in questo caso studenti SUPSI), appositamente formato, funge da stimolatore e catalizzatore per coinvolgere giovani più o meno della stessa età – provenienti da alcune scuole del Cantone – in attività formative che li vedano protagonisti nella condivisione di esperienze comuni e secondo orizzonti etici condivisi.

Nel corso di alcuni seminari svoltisi durante il fine settimana, i ragazzi provenienti da queste istituzioni formative, coadiuvati da registi professionisti, hanno ideato e realizzato dei filmati sul tema scelto.

Edizione 2017 – Integrazione nel e con lo Sport

La scelta tematica per l’edizione di quest’anno è caduta sullo ‘sport’ e sul giocare insieme, in quanto li riteniamo un terreno particolarmente proficuo e fertile per intraprendere un percorso interculturale.
Lo sport e il gioco come lingua universale sono un potente veicolo di socializzazione al di là di rigidi steccati etnici, nazionalistici, religiosi, ideologici, … per cui si prestano come strumento per l’integrazione e l’inclusione sociale.
Per scoprire che il giocare insieme può farci sentire più accomunati e vicini di quanto ci sentiamo separati dalle nostre appartenenze differenti.
In questa edizione le scuole coinvolte sono state: il Pretirocinio di integrazione (ITS) di Gerra Piano e di Lugano-Trevano, la Scuola professionale per sportivi d’élite di Tenero, la Scuola professionale artigianale industriale (SPAI) di Locarno, il Liceo di Bellinzona e il Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale (DEASS) della SUPSI.

Qui di seguito i link per visionare i filmati prodotti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Durante questa edizione del Festival abbiamo pure avuto il piacere di presentare un video ospite, prodotto da alcuni studenti mediamatici della SPAI di Locarno: